Crea sito
Salta al contenuto

Le demo su C64

Un argomento in cui è inevitabile imbattersi sfogliando i veli della pixel art è la demo.

Cos’è la demo?

Si tratta di una “messa alla prova”, di un esercizio stilistico di programmatori e grafici. Un mezzo per dimostrare fin dove ci si può spingere in questo campo e quanto si è belli e bravi.

Esercizi di stile

Un manierismo bello e buono.

Praticamente l’equivalente del mixtape in musica. Un altro elemento che con condividono con i mixtape è infatti la predominanza che assume il nome del “produttore”. Qui sotto ne vediamo un chiaro esempio:

Siesta, frame iniziale tratto dalla sua demo Welcome to the Holodeck II
Siesta, frame iniziale tratto dalla sua demo Welcome to the Holodeck II

Spesso non si tratta di artisti singoli, ma team di creativi, vere e proprie crew con un manifesto esplicativo di intenzioni.

Siesta, frame tratto da Welcome to the Holoback II.
Siesta, frame tratto da Welcome to the Holoback II.

Welcome to the Holodeck II, dei sopra citati Siesta, ha una forte matrice underground, che si evince sia dalle musiche hardtek usate come colonna sonora (
https://www.youtube.com/watch?v=7ZlW77g-yow ), sia dal programma del gruppo posto all’inizio della demo in cui si legge: “lavoriamo la notte per permettere al mondo di vedere”.

Siesta, frame tratto da Welcome to the Holodeck II.
Siesta, frame tratto da Welcome to the Holodeck II.
Siesta, frame tratto da Welcome to the Holoback II.
Siesta, frame tratto da Welcome to the Holoback II.

Presentate solitamente in forma di video di 15/20 minuti di durata, le demo con la loro voluta circolazione di nicchia e la sperimentazione musicale dei brani chiptune delle colonne sonore, si avvicinano molto a certi ambienti musicali come party techno, psytrance ed elettronici in generale.

Offence e Prosonix, frame tratto da AREA 64.
Offence e Prosonix, frame tratto da AREA 64.
Offence e Prosonix, frame tratto da AREA 64.
Offence e Prosonix, frame tratto da AREA 64.

Le animazioni infatti si sposano a meraviglia con i landwall psichedelici tipici di questi eventi, e la loro musica ripetitiva e con bpm super accelerati non si discosta molto da ciò che artisti e producer “veri” realizzano.

Esistono infatti alcuni templi della musica techno e della sperimentazione che accolgono serate di questo tipo, facendo immergere il pubblico in labirinti in pixel e alta frequenza, come il Macao a Milano o l’8bit Art Lab di Firenze.

Per finire, ecco una carrellata delle migliori demo in circolazione:

 OFFENCE & FAIRLIGHT & NOICE, WE ARE DEMO (2016)
OFFENCE & FAIRLIGHT & NOICE, WE ARE DEMO (2016)
Translate »